lunedì 20 ottobre 2014

2 PAROLE = 1 MOSTRO N.8: Diabullett = Chiodi + Folletto - Parte I

Illustrazione e concept di Emanuele Ranzani per il Quotidiano di Ventura
DESCRIZIONE
Il diabullett, anche noto come diavolo delle bullette, è un umanoide minuscolo, alto all'incirca un piede (cioè più o meno 30 centimetri), contraddistinto da una notevole bruttezza e da una lunga coda prensile simile a quella di alcune scimmie.
Questa creatura deve il suo nome alla sua abitudine di usare come strumento ed arma grossi chiodi, di solito bullette da costruzione estratte dai travi dall'edificio che infestano, che vengono maneggiate con la lunga coda.
I diabullett di solito infestano ambienti chiusi abbandonati o pochissimo frequentati, come vecchie soffitte, torri o piani alti di edifici di culto e oltre essere origine di inspiegabili rumori notturni, possono anche essere artefici della morte misteriosa e cruenta di animali domestici o parassiti, di ammanchi nelle dispense o di atti di vandalismo, principalmente iscrizioni.
Visto che i diabullett estraggono chiodi dalle strutture portanti degli edifici la presenza di un numero molto elevato di queste creature all'interno di un unico edificio potrebbe arrivare a minare la stabilità di solai e persino dell'intera costruzione.

COMBATTIMENTO
Individualmente i diabullett non combattono. Se vengono impegnati in mischia fuggono immediatamente opponendo la loro Caratteristica Fuga. Solo se bloccati in un angolo o senza alcuna possibile via di fuga combattono furiosamente.
Un'orda di diabullett invece si comporta in modo aggressivo ed attacca il bersaglio più vicino, continuando ad assalirlo fino a che metà o più dei suoi componenti sono stati uccisi. Dopodiché l'orda deve superare una Prova su FReddezza. In caso di fallimento della prova l'orda si dissolve e i diabullett vanno di nuovo considerati individualmente.

CARATTERISTICHE PECULIARI
Fuga
Combattere col chiodo: i diabullett sono abilissimi nell'usare il chiodo come arma, maneggiandolo con la loro lunga coda.

SPECIALI
Orda: 5 o più diabullett possono costituire un'orda. In questo caso non si considerano più le loro caratteristiche individuali, ma a partire da queste viene creata quella dell'orda. L'orda ha un Punteggio CARatteristica in FOrza e REsistenza pari alla Punteggio di CARatteristica del singolo diabullett moltiplicato per il numero di diabullet presenti. Quindi un'orda che conti 10 diabullett con FOrza 2 e REsistenza 3 avrà un CAR di FOrza di 2x10=20 e un CAR di REsistenza di 3x10=30.
L'orda ha un CAR in Combattere col chiodo pari al Punteggio di CARatteristica del singolo diabullett più il numero di daibullett che compongono l'orda meno 1. Quindi un'orda di 10 diabullett con un CAR in Combattere col chiodo di 12 avrà un CAR di 12+10-1=21.
Tutte le altre caratteristiche dell'orda hanno un punteggio identico a quelle di un singolo diabullett, con l'unica eccezione che l'orda non può fare uso della caratteristica Fuga, se non per ridurre il danno inflittole.
Attacco dell'orda: un orda di diabullett attacca con le seguenti statistiche: 10+200%LIV+2+20%LIV/6/30+20%LIV/-10+30%LIV/po0
Si noti che il LIVello dell'orda non è pari al numero di diabullett che la compongono ma a detto numero meno 4. Perché l'orda più piccola, che è composta da 5 diabullett, è di LIVello 1 (5-4=1).

STORIA E BACKGROUND
Le origini dei diabullett sono di certo molto antiche e lo testimonia la loro presenza, con diversi nomi e a diverso titolo in fiabe e leggende di varie culture. Ugualmente alcuni studiosi di materie arcane si dicono convinti che il loro ruolo iniziale fosse quello di familiari o servitori di qualche potente mago o accademia dell'età dell'oro. Ci sono anche vari eruditi che sostengono invece che i diabullett non siano in realtà dei veri e proprie creature diaboliche ma più che altro la concretizzazione fisica di una gran quantità di energia negativa che generatasi in un luogo chiuso teatro di numerose violenze od omicidi non ha potuto disperdersi nell'ambiente. Questa tesi sarebbe anche avvalorata dall'assoluta incapacità di comunicazione coi pochissimi diabullett catturati vivi, nonostante l'evidente grado di intelligenza che questi mostrano.
Altro mistero è la capacità riproduttiva di queste creature, visto che esse appaiono del tutto asessuate. Alcuni ritrovamenti di carcasse animali particolarmente martoriate e circondate da strani motivi tracciati col loro stesso sangue in ambienti abitati dai diabullett farebbe però pensare che queste creature si riproducano od evochino altri della loro specie tramite un qualche rituale oscuro.
In alcuni rari casi questi motivi vengono trovati su animali impagliati, bambole o pupazzi, carcasse integre e persino statue. Questo di solito implica la presenza di un diabullett piuttosto antico, che di solito è una creatura solitaria.

SPUNTI PER AVVENTURE
Il diabullett fa venire subito in mente uno delle avventure più classiche: quella della casa infestata. Questo genere di spunto può essere tanto per una avventura introduttiva e contenere un numero modesto di queste creature quanto essere una sfida per avventurieri più scafati prevedendo un numero elevato di diabullett magari schierati come orda.
Ma la semplice disinfestazione può essere resa, con un certo grado di suspance e una buona narrativa da parte del Maestro di Gioco, una sorta di falsa ghost story in cui si sentono rumori, si trovano oggetti spostati, cibi rubati e altre simili stranezze e solo alla fine, dopo una accorta investigazione, si scopre che l'artefice è un diabullett.
Un'altra idea potrebbe partire da una serie di misteriosi crolli in un piccolo paese, la cui causa è una numerosa orda di diabullett che indebolisce le strutture portanti fino a far crollare le case, per poi spostarsi in quelle adiacenti. Una minaccia che potrebbe essere difficile da eradicare completamente.
Oppure in un tempio o un altro luogo di culto in cui sono presenti doccioni od altre statue poco accessibili, ci sono voci che queste si muovono o spostano durante la notte. Questo perché un diabullett antico ne ha coperto di iscrizioni i lati ciechi (cioè quelli non visibili dall'esterno) e ciò ha fatto diventare le statue quasi senzienti e dà loro la possibilità di spostarsi, ma solo quando il diabullett rinfresca le incisioni con sangue di qualche piccolo animale che ha ucciso.
Questa situazione potrebbe costringere i personaggi a confrontarsi non solo con un diabulett antico, magari già affiancato da una numerosa orda di diabulett minori, ma anche da gargoyle di pietra o animali impagliati fin troppo vitali e minacciosi.
Infine, un piccolo gruppo di diabullett può facilmente trovare collocazione nell'entourage di un mago.

2 commenti:

  1. Grazie, le regole che hai creato sono perfette!! :D

    RispondiElimina
  2. Grazie a te! E' una creaturina davvero ispirante ^_^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...